banner
banner

SULMONA – Trattamenti estetici gratuiti a tutte quelle donne che hanno subito effetti collaterali di radioterapia o chemioterapia. E’ quanto prevede il centro oncologico radioterapico, chiesto dal Tribunale per i diritti del Malato e dalla Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, per l’ospedale di Sulmona. Un progetto simile è stato pensato per il nosocomio aquilano ma Tdm e medici di base uniscono le forze per suggerire all’azienda sanitaria e alla politica regionale, soprattutto ai candidati in corsa per le prossime elezioni, di attivare le procedure per il centro in questione che risulterebbe un segnale importante per un territorio ad alto tasso di pazienti oncologici. “Abbiamo degli utenti che devono attraversare la costa pur di ottenere determinate prestazioni. Ci chiedono sempre quali eccellenze ci servono. Noi proponiamo il centro radioterapico e la politica ci deve fornire delle risposte, positive o negative che siano”- interviene Maurizio Cacchioni della Federazione. Per il neo coordinatore Tdm, Catia Puglielli, “è una proposta che ci sentiamo di lanciare ma poi deve essere elaborata dalla politica anche per addivenire a un potenziamento dell’oncologia sul territorio”. La Puglielli fa riferimento all’organico del reparto ospedaliero che conta al momento solo un’unità con un contratto a tempo determinato. Come pure è necessario, secondo l’avvocato, attivare il registro dei tumori che consente ai medici di base di inserire i pazienti in una piattaforma per tenere sotto controllo il fenomeno. Insomma è finito il tempo delle richieste e delle promesse. Ora bisogna passare ai fatti.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com