banner
banner

SULMONA – Sospensione del cantiere in autotutela per una settimana. E’ quanto ha deciso la ditta che sta eseguendo i lavori all’asilo Isola Felice di via Badia dove ieri un operaio è caduto dal tetto dell’edificio scolastico rimediando trenta giorni di prognosi e una frattura all’omero. Un classico incidente sul posto di lavoro che subito ha fatto scattare il sopralluogo del Dipartimento di Medicina del Lavoro della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila per i rilievi di rito. Dai primi accertamenti, come anticipato da Onda Tg, non sarebbero emerse gravi irregolarità sul cantiere ma solo alcune incongruenze che la ditta vuole risolvere a stretto giro dopo una ricognizione di tutte le autorizzazioni concesse. Da qui la decisione del responsabile per la sicurezza di sospendere il cantiere in autotutela per una settimana, giusto il tempo di ottemperare alle osservazioni avanzate dall’azienda sanitaria per poi riprendere speditamente i lavori. A tirare un respiro di sollievo è stato anche il vice sindaco e assessore ai lavori pubblici Nicola Angelucci dal momento che sul fronte dell’edilizia scolastica Sulmona non può più permettersi di perdere altro tempo. “La sospensione del cantiere è una decisione presa in autotutela dalla ditta ma si tratta solo di una settimana. Più che altro è un passaggio obbligato per continuare ad operare nel cantiere”- afferma Angelucci. L’operaio ferito non ha riportato fortunatamente gravi conseguenze. Si è reso necessario però il ricovero al nosocomio con i medici che hanno riscontrato una frattura all’omero.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento