banner
banner
banner

PRATOLA PELIGNA – 14 panetti rivestiti di cellophane, che contenevano sostanza stupefacente, ed in particolare cocaina, per oltre due chili complessivi, ai quali si aggiungono i sei chili complessivi di hashish. E’ quanto ha trovato il personale della Polizia di Stato in servizio presso la Sottosezione Polizia Stradale di Pratola Peligna che nella serata di ieri ha proceduto, nei pressi del casello autostradale A25 di Bussi , al controllo di due autovetture che avevano destato sospetti negli operatori. Il maxi sequestro di sostanze stupefacenti ha portato all’arresto di un 39 enne romano e a un’altra denuncia. Ma andiamo con ordine. Il controllo eseguito sulla prima autovettura, una Fiat Panda di colore nero, e sul conducente, un 30enne di origine campana, ha dato esito negativo, mentre quello effettuato sul secondo veicolo, un’autovettura Lancia Y di colore azzurro metallizzato, condotta da un romano 39enne, ha fatto emergere anomalie sui rivestimenti interni delle portiere. La rimozione dei pannelli in tessuto ha consentito di rinvenire, occultati, 14 panetti rivestiti di cellophane, che sottoposti ai narcotest risultavano contenere sostanza stupefacente, ed in particolare cocaina, per oltre due chili complessivi, ed hashish, per un quantitativo superiore a sei chili. Entrambi i conducenti sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Pescara, che ha disposto anche l’arresto in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del giovane romano. S’indaga ad ampio raggio.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento