banner
banner

SULMONA – “La partita si chiuda una volte per tutte. La Polfer di Sulmona si metta in salvo onde evitare un altro patema d’animo”. Ad affermarlo a Onda Tg è il consigliere comunale Roberta Salvati all’indomani della decisione del Ministero dell’Interno di rinviare il vertice istituzionale del 21 dicembre dove si sarebbe dovuto discutere della soppressione del posto di polizia ferroviaria della stazione di Sulmona. Per Salvati “non è questo il momento per abbassare la guardia, visto che la partita non è ancora chiusa. Bisogna giocare d’anticipo per il bene del territorio e della città di Sulmona”. “E’ fondamentale mantenere questo clima di forza e cooperazione fra sindacati e forze politiche per ottenere un incontro con il nuovo Ministro dell’Interno Marco Minniti affinchè l’importante presidio di sicurezza venga conservato, ponendo la parola fine sulla vicenda Polfer”- incalza la consigliera. A difesa del posto di polizia nei giorni scorsi sono scesi in campo il sindaco di Sulmona Annamaria Casini, il Presidente della Provincia dell’Aquila Antonio De Crescentiis, l’assessore regionale Andrea Gerosolimo, la senatrice Pd Stefania Pezzopane e il deputato di Sel Gianni Melilla. A chiedere meno annunci e più segni tangibili è stata la consigliera comunale di Forza Italia Elisabetta Bianchi. “Dobbiamo essere bravi a non accantonare il problema ma ad affrontarlo con determinazione e con sinergia”- chiosa Roberta Salvati- ricordando che il posto di Polizia Polfer è il secondo scalo ferroviario d’Abruzzo che conosce il transito di 65 treni giornalieri.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento