banner
banner

SULMONA – Non si apre il procedimento penale a carico dei vertici del Cogesa per i miasmi della discarica di Noce Mattei. Nella prima udienza, programmata per questa mattina, si è infatti proceduto ad un mero rinvio, per astensione del giudice. Il processo si aprirà formalmente il prossimo 26 gennaio, davanti al giudice monocratico, Francesca Pinacchio. È stata nel frattempo depositata la costituzione di parte civile da parte del Comitato Morrone Sulmona Valle Peligna ma non ancora ammessa. Ai cinque imputati, tra i quali l’ex amministratore unico e l’attuale rappresentante legale, vengono contestati l’errato trattamento dei rifiuti, violazioni urbanistiche e ambientali, emissioni insalubri, superamento della capienza nell’impianto, procedure di monitoraggio non rispettate. Il Comune di Sulmona, nonostante la campagna elettorale incentrata su questi temi, non ha preso una posizione in ordine alla costituzione di parte civile. Non è escluso che la maggioranza sarà chiamata nuovamente a confrontarsi su questo punto visto il rinvio disposto per il prossimo 26 gennaio.

banner

Lascia un commento