banner
banner
banner

SULMONA – “Forza Italia è per il no perché questa riforma costituzionale è una riforma pasticciata e fatta male. La costituzione è una cosa seria, la riforma lascerebbe una grande confusione”. Questo l’incipit del discorso di Stefano Parisi, coordinatore nazionale di Forza Italia, oggi a Sulmona nel foyer del Teatro Comunale, intervenendo nell’incontro promosso dalla senatrice Paola Pelino sul referendum del 4 dicembre. “Non possiamo permetterci questa riforma perché in Italia”- sottolinea Parisi- “abbiamo urgenza di politiche economiche, per lo sviluppo e per l’occupazione, contro l’immigrazione e per la sicurezza. Abbiamo tanti altri problemi e non quello di mettere altra confusione nelle nostre già inefficienti istituzioni”. Sullo scenario che si andrebbe a creare all’indomani della consultazione referendaria, Parisi ritiene che in caso di vittoria del no “la costituzione rimane quella che è e il presidente Sergio Mattarella avrà il compito di trovare un governo che dia tempo al Parlamento di cambiare la legge elettorale e andare il prima possibile al voto”. “Se vince il si”- continua- “ci sarà l’instabilità istituzionale con il rischio di avere i Cinquestelle al governo”. Parisi per il momento non si sbottona più di tanto sulla riorganizzazione del partito, ma stuzzica il Premier Renzi. “Che pensasse di più all’economia italiana, la crisi economica e la politica estera che mi sembrano molto confuse”- chiosa Parisi. Nell’affollatissimo incontro in Teatro sono intervenuti anche il senatore Augusto Minzolini e l’ex Presidente della Campania Stefano Caldoro.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento