banner
banner

Colpo di coda dell’ondata estiva sul territorio peligno-sangrino. I tamponi tornano a regime dopo il ferragosto e il virus rialza la testa, frenando gli entusiasmi e ridimensionando le analisi affrettate. Nel bollettino odierno sono confluite 63 positività, di cui 7 reinfezioni, così distribuite: Sulmona 18, Castel di Sangro 8, Pratola Peligna 6, Pettorano sul Gizio 4, Introdacqua 4, Goriano Sicoli 3, Cocullo 3, Ateleta 3, Vittorito 2, Raiano 2, Pescocostanzo 2, Villetta barrea 1, Scanno 1, Roccaraso 1, Pescasseroli 1 Molina Aterno 1, CastelVecchio Subequo 1 Campo di Giove 1 Bugnara 1  La scorsa settimana, sempre di mercoledì, erano state annotate 42 positività sui registri Asl. Mentre lo scorso martedì, post festivo, 55. Il nuovo balzo sulla curva epidemiologica potrebbe aver a che fare con gli scrupoli del post ferragosto, tra rimpatriate e mega uscite fuori porta, anche se per il conto vero e proprio c’è da aspettare. Come pure, per tracciare il bilancio dell’ondata estiva, è necessario attendere gli ultimi eventi in programma tra cui la notte bianca di Pratola e Raiano. Permane l’allerta per i luoghi sensibili del territorio. Un nuovo fronte potrebbe aprirsi tra gli operatori dell’impresa di pulizie in ospedale dopo l’accertamento di due positività. Complessivamente sono 1560 gli attuali positivi sul territorio a fronte di appena sei degenti di cui uno in terapia intensiva. Intanto un’altra vittima si aggiunge al registro Covid. Si tratta di un 93 enne di Roccaraso, colto da malore nella serata di ieri nella sua abitazione dove si trovava in isolamento. Sul posto si è reso necessario l’intervento di un’ambulanza del 118 che ha constatato il decesso. Una morte legata al Covid solo sul piano statistico vista l’età e il malore sopraggiunto.

 

 

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com