banner
banner

SULMONA – Slitta l’arrivo dei container all’ospedale di Sulmona ma le procedure di gara sono in corso. Ad annunciarlo è il Direttore Generale della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila Rinaldo Tordera, a margine del convegno sulla prevenzione sismica svoltosi lo scorso sabato a Sulmona. In quanto a sicurezza i riflettori si sono riaccesi anche sull’ala vecchia del nosocomio, poco sicura, ragion per la quale la Asl ha deciso di collocare taluni servizi nei container. “Abbiamo effettuato un sopralluogo subito dopo l’evento di Amatrice”- ricorda il Manager- “per mettere tutto in sicurezza, almeno il più possibile”. “Stiamo predisponendo gli atti di gara perché gli importi sono rilevanti. Non riusciremo a rispettare il termine dei due mesi ma stiamo andando avanti rapidamente”- fa sapere Tordera. I reparti e i servizi interessati prioritariamente dal provvedimento del manager della Asl 1 sono gli ambulatori di cardiologia, quello ortopedico, la radiografia, la sala gessi, gli uffici amministrativi e tecnici, gli spogliatoi e il deposito cartelle cliniche, diabetologia, ambulatorio di pediatria, endoscopia urologica, chirurgia endoscopica, neurologia, oncoematologia, oculistica, ambulatorio di medicina dipartimentale, formazione, aule didattiche e ambulatori di urologia, tutti dislocati nell’ala vecchia dell’ospedale. Il Direttore Generale della Asl, a distanza di una settimana, torna a fare il punto sulla costruzione del nuovo nosocomio. “Per il primo lotto i lavori procedono secondo cronoprogramma quindi non c’è nessuno ritardo che sia stato visto da me, dai tecnici della Asl e dalla ditta”- ribadisce Tordera che aggiunge: “stiamo concordando con l’azienda costruttrice di far partire anche il secondo lotto”. A giorni intanto la Asl dovrebbe definire anche la sede per il corso di scienze infermieristiche.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento