banner
banner

SULMONA – Lo stop ai lavori senza controllo lo aveva dato, lo scorso 11 aprile, il consigliere comunale pentastellati Jacopo Lupi, che aveva scritto all’ufficio comunale incaricato e al Comando della Polizia Locale, chiedendo controlli specifici al riguardo. L’accelerata è arrivata nell’ultimo periodo, su disposizione del vice sindaco, Franco Casciani, che ha dato indirizzo alla Municipale di effettuare sopralluoghi nei cantieri in corso, soprattutto quella della fibra, per verificare eventuali manomissioni del suolo pubblico. Il risultato è sconcertate. Dalle verifiche svolte dagli uomini della Polizia Locale, coordinati dal Comandante Massimiliano Giancaterino, è emerso che almeno dieci ditte non hanno ripristinato il manto stradale, come da regolamento esistente. Sono state quindi elevate sanzioni pesanti, notificate al titolare della ditta che aveva ottenuto l’autorizzazione per operare. Si tratta di multe da 900 euro ciascuno. Per un totale, per il momento, di ben 9 mila euro. Il giro di vite è scattato senza indugio tenendo conto che, a seguito dell’esecuzione di opere e lavori (acqua, luce, fibra), che prevedono una cauzione e relativo controllo affinché il suolo pubblico sia poi risanato e ristabilito, in alcuni casi i lavori di ripristino sono lenti o mancanti. Questo genera danni economici al Comune che si trova a dover intervenire su un problema provocato da terzi con i conseguenti problemi patrimoniali per le istanze di risarcimento che arrivano dagli utenti in caso di cadute o sinistri. Tra le dieci imprese multate compaiono nomi anche noti. “Sto facendo verificare la possibilità concreta, fatte le dovute verifiche, di far bloccare i lavori in caso di anomalia”- annuncia il vice sindaco Casciani, in riferimento ai lavori in corso per la connettività- “ho incaricato proprio ieri di svolgere opportuni sopralluoghi”. Insomma i lavori vanno fatti ma senza lasciare danni.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com