banner
banner

PRATOLA PELIGNA – Scatta la solidarietà anche a Pratola Peligna, all’indomani del tragico scontro tra due treni nel barese che ha provocato più di venti morti. Tantissimi giovani hanno bussato alle porte dell’Avis pratolana chiedendo di donare il sangue, dopo l’appello lanciato sulla rete sociale di facebook dall’Avis Puglia. A renderlo noto è Lorenza Petrella, giovane pratolana del servizio civile Avis. “Sono stati davvero tanti i giovani che mi hanno contattato personalmente per donare il loro sangue, vista la tragedia che ha messo in ginocchio la regione Puglia. Ciò che mi ha più entusiasmata sono state le richieste pervenute dai non donatori”, rileva Petrella. Nelle ultime ore sempre su facebook l’Avis pugliese ha reso noto che “a seguito delle varie domande da parte di donatori fuori regione, è possibile donare nei centri trasfusionali delle varie regioni. Sarà il Centro Nazionale Sangue, nel caso in cui dovesse persistere l’emergenza, a trasportare le sacche da ogni  regione alla Puglia”. “Il messaggio che vogliamo lanciare”- precisa Petrella- “è che non si dona solo in questi casi di emergenza ma sempre, perché il sangue è vita”. Non a caso la carenza di sangue nei centri trasfusionali, anche in quello del Ss.ma Annunziata di Sulmona, si verifica maggiormente nel periodo estivo. L’appello è quello di donare il sangue nella ferialità. L’emergenza intanto, nella regione Puglia, sembra rientrata.

 

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com