banner
banner

ROCCARASO – Stava giocando in un terreno sull’Altopiano delle Cinquemiglia ma il fuori programma si è verificato quando da una balla di fieno è sbucata una vipera che lo ha morso a una mano. Protagonista della vicenda è un bambino di 7 anni è salvo per miracolo. Fondamentale è stato l’intervento tempestivo del padre che ha subito effettuato un primo intervento legandogli un laccio intorno al polso per evitare che il veleno si espandesse e succhiandogli la mano dove la vipera aveva morso. Poi la corsa in ospedale. Arrivato nel nosocomio di Castel di Sangro, il bambino ha atteso di essere trasferito con l’elicottero al policlinico Gemelli di Roma, ma intanto gli sono state fatte delle flebo. Una volta arrivato al Gemelli gli è stato subito praticato il trattamento indicato per questo tipo di veleno ed è stato tenuto per otto ore sotto osservazione. Poi è stato trasferito nel reparto, dove è ancora ricoverato. Le condizioni del bambino, ormai fuori pericolo, sono stabili, ma sarà tenuto sotto osservazione ancora per qualche giorno. Tutto è bene quel che finisce bene come si dice in gergo. Se non fosse stato per i soccorsi tempestivi una piacevole giornata in campagna si poteva trasformare in tragedia.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento