banner
banner

SULMONA – Avanti tutta con l’esternalizzazione dei trasporti urbani. Martedì prossimo, in Regione, si svolgerà il vertice decisivo tra il vice sindaco di Sulmona, Luigi Biagi e il Sottosegretario alla Giunta Regionale, Umberto De Annuntiis. Mentre in queste ore si stanno valutando le mosse per decidere il futuro dell’era Casini, a Palazzo San Francesco si cerca di portare avanti le questioni più urgenti. E nell’elenco delle cose da fare sicuramente rientra l’esternalizzazione del servizio trasporti urbani, da tempo nel caos più totale, per un parco mezzi datato. Gli ultimi episodi balzati alle cronache non sono rassicuranti. Nei giorni scorsi due bus sono andati in panne dopo un principio d’incendio spento dai Vigili del Fuoco di Sulmona ma non sono stati sporadici i casi in cui gli utenti, soprattutto anziani e studenti, sono stati lasciati a piedi per soppressioni di corse dovute a guasti tecnici. A breve entreranno in dotazione due nuovi bus acquistati con il contributo della Regione ma per il trasporto locale serve un cambio di passo. Al momento funzionano solo sette dei venti mezzi in uso al comune di Sulmona. Ecco perché si sta spingendo per esternalizzare il servizio, probabilmente con la Tua come si è appreso da un recente summit con i sindacati. Martedì si torna in Regione per trovare la quadra e condividere un percorso iniziato a suo tempo dall’ex consigliere regionale Maurizio Di Nicola ed ex assessore comunale, Antonio Angelone ma negli ultimi mesi, quando è subentrato Biagi, l’iter ha subito nuovo impulso.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com