banner
banner

GORIANO SICOLI – Non solo sempre meno treni fermano a Goriano Sicoli, sulla tratta ferroviaria Avezzano-Sulmona. Ma il ritardo della corsa che porta i ragazzi a scuola è ormai cronico, dai 10 ai 20 minuti in media, fino a creare nocumento e gravi disagi ai giovanissimi studenti che non fanno in tempo a raggiungere gli istituti scolastici sulmonesi e peligni per la prima campanella. L’odissea ha fatto scattare la protesta in queste ore, tant’è che il sindaco del piccolo paese della Valle Subequana, Rodolfo Marganelli, ha interessato del problema direttamente la Direzione Regionale di Trenitalia per l’incremento del numero delle corse sulla tratta ferroviaria. “Interventi immediati sono stati assicurati”- riferisce il primo cittadino che si è confronto anche con la Tua per creare un collegamento con il capoluogo peligno e la vallata. Il problema provoca un effetto a cascata a tutto svantaggio degli studenti pendolari. Il treno delle 7,20 che parte da Roma o Avezzano e ferma a Goriano, accumula spesso dai 10 ai 20 minuti di ritardo, tanto da far perdere ai ragazzi la coincidenza del bus. In tanti quindi si ritrovano a prendere altri mezzi, o ad attendere altri bus, arrivando in ritardo a scuola o entrando alla seconda ora. Una situazione insostenibile che andava, appunto, attenzionata. Se ne riparlerà dopo le festività. Sperando che Babbo Natale o la Befana regalino più corse o maggiore puntualità agli addetti ai lavori.

banner

Lascia un commento