banner
banner

Un emendamento al decreto Milleproroghe che consente ai tribunali minori, anche Sulmona, di restare in funzione fino al 2027, rinviando il termine di chiusura dal 1°gennaio 2024 imposto dalla norma vigente al 1° gennaio 2027. L’ha presentato il senatore Michele Fina, segretario del Partito Democratico abruzzese. Fina spiega che se l’emendamento venisse approvato “il triennio supplementare potrebbe concederci il tempo utile per una revisione della geografia giudiziaria e, auspico, convergere unitariamente sul mio disegno di legge, depositato lo scorso novembre, per il definitivo superamento della soppressione delle sedi giudiziarie abruzzesi, o comunque su un testo analogo, se il problema è la paternità”. Ricorda che “la questione della soppressione dei tribunali continua a destare preoccupazione sui territori d’Abruzzo. Nelle settimane passate esponenti della maggioranza e del Governo hanno rassicurato i sindaci e gli ordini professionali sulla volontà di rinviare la chiusura dei tribunali. Poi, però, abbiamo scoperto, con stupore e preoccupazione, che nel testo del decreto milleproroghe, approvato dal Consiglio dei Ministri, non vi era alcuna norma dedicata ai nostri tribunali”. “Esponenti della maggioranza di governo hanno, con imbarazzo, continuato a rassicurare annunciando iniziative parlamentari per porre rimedio a questa grave assenza nel testo del milleproroghe. È questo il contesto da cui nasce l’iniziativa di presentare un emendamento”, conclude il senatore dem.

banner

Lascia un commento