banner
banner

SULMONA – Poco personale e troppa inciviltà. Ma i controlli non si fermano. Tolleranza zero per i padroni incivili che non raccolgono le deiezioni canine dei propri animali. Da oggi riparte il “giro di vite” contro gli utenti indisciplinati, alla luce della recrudescenza del fenomeno che sta interessando l’intero territorio comunale, dal centro alle periferie. La Polizia Locale, su impulso del vice sindaco, Franco Casciani, e su ordine del Comandante, Massimiliano Giancaterino, passa alla fase della repressione. In attesa di un potenziamento dell’organico, che potrebbe passare anche per un nuovo concorso, si accelera con il contrasto al degrado urbano. In linea con la normativa vigente e con il regolamento, incapperà in contravvenzione non solo chi non raccoglie le deiezioni canine ma anche chi non porta al seguito il kit per la raccolta. In questi giorni sono scattati i primi avvertimenti nell’ottica della prevenzione. Con il pugno duro, necessario per ricostruire il volto di una comunità civile e porre un freno al degrado urbano, si rischia una multa da 150 a 565 euro. Da Palazzo San Francesco si appellano ai cittadini virtuosi e alle associazioni per contrastare il dilagante fenomeno. Una reprimenda cordiale o una segnalazione alla Polizia Locale può servire per invertire la rotta. Intanto controlli specifici sono stati disposti e i vigili urbani saranno intransigenti. Entro novembre si procederà inoltre all’acquisto o al rinnovo della convenzione per il carro attrezzi. Il Comune ne è tutto sprovvisto. Ciò, come da noi denunciato in passato, rende difficili le operazioni di rimozione delle auto ma anche lo scacco alla sosta selvaggia che sta andando avanti tramite controlli periodici, dopo l’ordine del giorno presentato dalla consigliera, Teresa Nannarone, fatto proprio dall’assise civica. “Ringrazio la Polizia Locale per l’enorme senso di abnegazione nonchè per il controllo capillare dei vari fenomeni”- afferma il vice sindaco, Franco Casciani, che sta valutando con il sindaco Di Piero la formula per il potenziamento della pianta organica della Municipale. Non è escluso che si ricorrerà ad un nuovo concorso. In via alternativa si attingerà alle graduatorie esistenti. D’altronde per arrivare dappertutto e tenere l’evidente cambio di passo servono risorse umane. Al momento sono 15 le unità in forza alla Polizia Locale, Comandante compreso. Nel 2019 furono reclutati sette agenti di cui due hanno lasciato la città. Dal 2010 ad oggi mancano all’appello almeno una decina di vigili.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com