banner
banner

RAIANO – Saranno volontari per tutta l’estate e prenderanno parte attivamente alle varie iniziative organizzate dall’ente nell’ottica del reinserimento sociale. La Pro Loco di Raiano dà la possibilità a quattro minori residenti nel comprensorio peligno e nel Centro Abruzzo di estinguere il reato contestato attraverso attività di volontariato. Ad annunciarlo nella trasmissione “Pro Loco Informa” è stato il Presidente Alterico Patella che si è messo in contatto con il Tribunale per i minorenni dell’Aquila per la messa alla prova di quattro minori. “Siamo stati contattati dal Tribunale e stiamo portando avanti un progetto di reinserimento nel volontariato per i ragazzi che ci sono stati segnalati. Ci ha fatto piacere e ci onora molto il fatto di essere stati scelti per questo tipo di attività”- ha esordito Patella. Nello specifico i minori saranno coinvolti nelle varie attività della Pro Loco. Dal montaggio allo smontaggio degli stand nelle sagre e nelle manifestazioni al servizio in cucina e in altre attività che richiedono un contributo fattivo. Al termine del periodo preso in esame sarà il Presidente a stilare una relazione che dovrà essere consegnata al Tribunale per minorenni dell’Aquila. In caso di esito positivo il reato contestato sarà considerato estinto. E nella provincia dell’Aquila la Pro Loco di Raiano è una delle prime ad attivare un progetto di reinserimento e rieducazione sociale che sicuramente deve essere letto nell’accezione positiva. E’ una misura che di fatto concede una seconda possibilità al minore che viene seguito nel rispetto delle regole all’interno delle singole attività proposte che, ovviamente, fanno il paio con le sue attitudini. Perché, infondo, la persona può incappare in un errore ma l’errore non fa la persona.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento