banner
banner
banner

SULMONA – Entrano nel vivo il progetto Unesco Edu e l’alternanza scuola lavoro per oltre 70 studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore Ovidio. In collaborazione con il Parco della Majella realizzeranno un plastico in 3D dell’Eremo di Sant’Onofrio e della Badia Morronese. Il modellino illustrerà tutto il contesto territoriale in cui sono inseriti l’Eremo di Sant’Onofrio al Morrone e la Badia Morronese, permettendo di conoscere storia, architettura, natura e geomorfologia del luogo prescelto. Nei giorni scorsi si è svolto un sopralluogo degli studenti all’Eremo. Un’occasione per i ragazzi di vedere, ascoltare, toccare con mano quella natura, storia e architettura che si apprestano a riportare in 3D a scopi didattici e turistici. Il progetto Unesco Edu Abruzzo che, nello specifico, contempla tra i suoi partner i Centri di Educazione Ambientale (CEA) “Il Bosso” di Bussi sul Tirino, “Majambiente Paolo Barrasso” di Caramanico, già facenti parte anche della rete dei soggetti che svolgono educazione ambientale nel Parco, oltre ad “Ambecò”, CEA di Avezzano e hi-Storia; tra i partner istituzionali figurano, invece, il Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca Miur, la Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, il Comitato Giovani della CNI per l’Unesco e il Comune di Sulmona. La collaborazione tra il Parco Majella e la delegazione abruzzese del Comitato Giovani per l’ Unesco costituisce un valore aggiunto al lavoro che il Parco da anni esplica nei confronti della valorizzazione degli aspetti naturalistici.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento