banner
banner

L’Azienda territoriale per l’edilizia residenziale della provincia dell’Aquila ha istituito una task force, un gruppo di lavoro “per la gestione e l’analisi dei dati energetici e informativi relativi al patrimonio immobiliare dell’Azienda”. In seguito a questa scelta, partirà una ricognizione per un “censimento” dei consumi, la valutazione e poi il programma di interventi. Così spiega il presidente Ater Isidoro Isidori: “Il caro energia è una emergenza destinata a diventare drammatica nelle prossime settimane, nei prossimi mesi, questa situazione molto pericolosa ci ha portati ad attivarci per contrastare un fenomeno che sta provocando salassi per le famiglie e che rischia di causare danni ancora più seri nel prossimo autunno. Abbiamo scelto di analizzare a tappeto consumi ed abitudini per poi intervenire sia a livello tecnico sia a livello culturale. E in tal senso, mi riferisco al fatto che comunque tutti noi dovremo adeguare i nostri comportamenti per razionalizzare energia elettrica e gas. In relazione al tema dei forti rincari delle bollette delle utenze si rende necessario effettuare una ricognizione complessiva del patrimonio immobiliare dell’Azienda, al fine di avviare un programma di monitoraggio dei consumi e di sensibilizzazione del personale e dell’utenza e che occorre analizzare i consumi di energia e elettrica e gas per sperimentare strategie di intervento per l’efficientamento energetico del patrimonio di edilizia residenziale pubblica e, più in generale, dell’intero patrimonio immobiliare dell’Azienda. Per questo occorre realizzare un censimento dei consumi di ciascun fabbricato per il quale l’Ater svolge anche il ruolo di amministratore di condominio”.

Al gruppo di lavoro sono stati affidati i seguenti compiti: analisi dei dati sui consumi e sui costi sostenuti dall’Azienda per l’energia elettrica ed il gas; redazione di uno schema standard di gestione dei dati energetici e informativi relativi al complesso edificio-impianto; individuazione delle priorità di intervento sulla base dei maggiori consumi energetici riscontrati; valutazioni speditive sulle possibilità di interventi di riqualificazione energetica a costi contenuti del patrimonio edilizio; individuazione delle buone pratiche operative e amministrative per il contenimento dei consumi energetici; analisi e diagnosi propedeutiche alla progettazione degli interventi di efficientamento energetico, per l’applicazione di tecnologie per l’efficienza energetica, per utilizzo di nuovi modelli di business energetico (EPC) e degli strumenti finanziari disponibili e, infine, per l’avvio delle procedure di appalto degli interventi. Il gruppo di lavoro è composto dal dottor Alessio Di Bernardo, nel ruolo di coordinatore, e come componenti, dal dottor Marco Albani, dal dottor Marco Fiore e dall’ingegnere Chiara Giacco. Si tratta di dirigenti dell’Ente che, come da disposizione, dovranno concludere il lavoro entro il prossimo 15 ottobre.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com