banner
banner

SULMONA – Ancora polemiche sul plesso scolastico De Nino-Morandi di Sulmona con il braccio di ferro infinito fra il Presidente della Provincia dell’Aquila Antonio De Crescentiis e l’ex consigliera provinciale Roberta Salvati. Una sfida a colpi di interviste e comunicati stampa. Ha cominciato la Salvati definendo il Presidente De Crescentiis “Ponzio Pilato” dopo l’accordo con il Provveditorato alle Opere Pubbliche. Immediata la risposta del Presidente della Provincia che considera Salvati “una persona in cerca di visibilità”. Oggi a tornare all’attacco è ancora una volta l’ex consigliera provinciale. “Trovo fuori luogo che De Crescentiis mi accusi di essere in cerca di visibilità, così come trovo fuori luogo parlare del suo tempo prezioso. Io vedo solo che dopo due anni di sua Presidenza il De Nino Morandi versa in uno stato di abbandono vergognoso. I commercianti , residenti, studenti , cittadini della zona dimenticati come la sede dell’Istituto”- fa notare Salvati. “Per quanto riguarda il suo tempo prezioso, sarebbe doveroso venire di persona a spiegare quali impegni ha preso e portato a termine nei riguardi della città di Sulmona. Preziose sono le risposte da dare alla società che ripone delle speranze negli amministratori pubblici. Per il resto vedo nella missiva di De Crescentiis nulla di nuovo rispetto alla classica risposta per mettere in cattiva luce la mia persona. In questi anni l’ho sentita spesso. E’ un modo subdolo per mettere il “bavaglio” specialmente ad un donna”- prosegue la consigliere comunale di Sulmona che invita a “non abbassare l’attenzione sulle strade provinciali che hanno bisogno di interventi celeri”. “Che piaccia o no io non mi lascierò intimidire e continuerò sempre a dire quello che penso e quello che vedo per il bene della città di Sulmona”- chiosa Salvati.

Andrea D’Aurelio

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com