banner
banner

SULMONA –  “Revisione della convenzione in essere tra l’ente e i comuni, con Sulmona capofila, per assicurare una solidità economica al servizio della gestione dei rifiuti,scongiurando disservizi come quelli che si stanno verificando in questi giorni per la raccolta dell’umido e soprattutto aumenti di tariffe indiscriminati”. Lavora in questa direzione il candidato sindaco, Vittorio Masci, che ha incontrato i vertici del Cogesa assieme al centrodestra. Di seguito riportiamo la nota: “i partiti del centrodestra, guidati dal candidato sindaco Vittorio Masci, hanno incontrato gli amministratori del Cogesa, al fine di comprendere la reale situazione finanziaria dell’ente e i pericoli che possono derivare dalla mancata copertura delle somme dovute alla società partecipata per il servizio reso nel 2020. Il rischio è che la stessa problematica potrebbe verificarsi per il 2021. Ciò che è emerso, infatti è che non si è provveduto ad un’attenta programmazione dei costi di gestione del servizio e l’ente, quindi, rischia il commissariamento e l’aumento delle tariffe, evento dannoso di cui pagherebbero gli effettI  i nostri concittadini. Nell’incontro è emerso, purtroppo, che l’amministrazione di Sulmona è venuta meno al ruolo di guida e capofila dei comuni facenti parte del consorzio, creando quel vuoto organizzativo necessario a gestire in maniera oculata il Cogesa, comprendendone quelle che erano le reali necessità . Nessuno ha dettato le regole, nemmeno il comitato ristretto dei sindaci che non ha fatto a pieno,quindi, il suo dovere. Sulmona,infatti,in questi tavoli, ad eccezione degli ultimi tempi è sempre stata assente, nella persona della massima autorità amministrativa. Infatti, la mancata approvazione del PEF nei tempi utili,in quanto approvato con 8 mesi di ritardo,comporterà un disequilibrio economico e finanziario del Cogesa e i cittadini ne pagheranno le conseguenze. Noi non lo permetteremo”. (a.d’.a.)

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com