banner
banner
banner

Città in lutto per la scomparsa del generale di Corpo d’Armata Giorgio Ruggieri, 76 anni, sulmonese e personalità assai conosciuta e stimata. Il padre, Alberto Ruggieri, è stato sindaco di Sulmona per due mandati.Nato a Sulmona, ha studiato in città fino all’ età di 15 anni, quando è partito per la scuola militare Nunziatella. Si è sposato e per un periodo ha vissuto a L’Aquila, poi trasferito a Roma, per incarichi lavorativi. Ma le feste lo riportavano sempre nella sua città natia. In veste istituzionale l’ultima volta a Sulmona ha preso parte all’intitolazione del piazzale dove sono i camper in memoria del padre, sindaco Alberto Ruggieri. I funerali saranno celebrati domani, 30 dicembre, alle 11.30 al Celio di Roma; a seguire la salma sarà tumulata nel cimitero di Villa Sant’Angelo.Dopo l’esperienza aquilana, da comandante della Caserma Pasquali, il generale Ruggieri nel 2008 ha assunto la carica di vice presidente del Consiglio superiore delle Forze Armate, ricoprendo nella sua carriera molteplici funzioni di rilievo tra le quali quella di Capo Ufficio Stampa dell’Esercito, Comandante della Brigata Meccanizzata Granatieri di Sardegna, Capo del Reparto Affari Generali dello Stato Maggiore dell’Esercito e Portavoce della Forza Armata. Dal 21 gennaio 2005 Ruggieri è stato Comandante logistico dell’Esercito, mentre dal 2009 era andato in pensione. Vivo cordoglio per la scomparsa del generale hanno espresso il sindaco Gianfranco Di Piero e l’amministrazione comunale.

banner

Lascia un commento