banner
banner

L’AQUILA – Centinaia di pezzi di bombe e altro materiale bellico, con forte potenzialità contaminante, nel Parco regionale Sirente Velino, nel territorio di Gagliano Aterno, in zona vallone di Forca. Lascito delle attività militari che per decenni fino al 1987 circa si sono svolte in quell’area. A segnalarlo la Stazione ornitologica abruzzese, che ha inviato a tutti gli enti un esposto in cui si sollecita “l’emissione delle ordinanze previste dalla legge da parte del Sindaco di Gagliano Aterno affinché siano rimossi tutti i rifiuti, da cercare non solo a vista ma anche con metal detector e altri mezzi considerata la vegetazione presente”; “la Regione Abruzzo ad inserire il sito nell’anagrafe dei siti potenzialmente contaminati;” l’Esercito ad avviare le procedure previste dal Testo Unico dell’Ambiente”. L’esposto, che vuole spingere per una rapida e celere bonifica dell’area interessata, è stato firmata da Augusto De Sanctis della Stazione Ornitologica

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com