banner
banner
banner

SULMONA – Nè la pioggia nè la multa incommentabile hanno fermato l’esercito di Lamp On, lo staff dell’associazione Majamè che ha celebrato il compleanno di Simone Lotito, il giovane tecnico di luci scomparso nel 2018, con un evento dedicato ai lavoratori dello spettacolo. Il flash mob degli artisti delle luci ha toccato le corde del cuore. L’associazione Ars Abruzzo e Majamè  hanno fatto sentire le mani a percussione su quei bauli disposti nella centrale piazza,  per dare forma a Lamp On, il simbolo di un settore sempre più in difficoltà per gli effetti dell’emergenza pandemica in atto. E se nelle piazze italiane è andata in scena la protesta, a Sulmona si è scelto un modo  molto più nobile per riaccendere i riflettori sul comparto. E’  il caso di dirlo. La pioggia scrosciante ha fatto da cornice e ha tenuto tutti con il fiato sospeso. Ma Sulmona alla fine ha sentito il “chiasso” degli operatori che hanno messo grinta, cuore e mani sui quei bauli tanto da far rimbalzare sulla piazza il grido silenzioso di chi vuole ricominciare, dare luce, fare effetto. Al termine del breve ma intenso gesto simbolico si è steso un fascio di luce sulla Rotonda di San Francesco. Anche questo, come si è detto in altre occasioni, significa sentirsi una comunità. Resistere alla fatica, al fatto che piove sul bagnato, per fare rumore insieme e trovare la luce, senza gettare la spugna. Che sia di buon auspicio.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento