banner
banner

INTRODACQUA – La notizia è rimbalzata nella tarda serata di ieri e oggi in paese non si parla d’altro. Introdacqua piange la morte di Ilaria Maiorano, 41 enne residente ad Osimo, uccisa di notte dal marito. La madre è originaria proprio nel piccolo centro della Valle del Sagittario dove si trova lo zio e altri parenti. Lei, Ilaria, ci trascorreva le ferie estive da adolescente. Per questo il suo ricordo trova spazio nei cuori affranti dal dolore. “È difficile poter trovare le parole per esprimere il dolore, la sofferenza e lo sgomento che in questo momento stiamo provando”- interviene l’assessore, Carla Di Benedetto. “Non è mai facile accettare la morte ma lo è ancor di più quando a morire ancora una volta sono le Donne, Donne vittime di violenza. E questa volta una Donna della nostra comunità. Un altro femminicidio che si consuma nelle mura domestiche. Non si può rimanere fermi ed in silenzio, in questo silenzio più forte e potente di un’arma che continuo a consumare vittime.
La notizia della morte di Ilaria ha sconvolto la nostra comunità. Una ragazza dolce, riservata che durante la sua adolescenza era solita trascorrere le vacanze estive ad Introdacqua insieme alla sua famiglia. Siamo increduli dinanzi a quanto accaduto. La nostra comunità si stringe al dolore della famiglia ed in particolar modo alla mamma Silvana, nata e cresciuta ad Introdacqua, al fratello Daniele e a tutti i suoi familiari”- conclude l’assessore. Il Comune ha intenzione di lasciare un segno per ricordare Ilaria. Ma il tutto sarà comunicato a tempo opportuno. Ora è il momento di metabolizzare un dolore che da Osimo attraversa la vallata peligna. Un dolore di tutti.

Lascia un commento