banner
banner

SULMONA – Corsa a sette per due posti da Dirigente medico per  il reparto di Medicina dell’ospedale di Sulmona. Lo ha reso noto la Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, sul sito istituzionale, allo scadere dei termini per la presentazione delle domande relative all’avviso pubblico diramato in data 5 febbraio. Sono otto le istanze prese in carico dall’azienda tra cui sette giudicate valide poichè  conformi alla recente normativa e a quanto richiesto nel bando e una esclusa perchè non rispondente agli stessi requisiti. Accedono quindi alla fase selettiva i medici Marianna Celeste, Paola Cheli, Salvatore Di Bartolomeo, Mariella Faccia, Claudia Falcone, Alessia Memmi e Valeria Venti.  Con l’avviso pubblico la Asl aveva indetto un Bando per titoli e colloquio, “per l’assunzione a tempo indeterminato, per sei mesi prorogabili, di due Dirigenti medici, disciplina di Medicina Interna, da assegnare alla Uoc di Medicina Interna del presidio ospedaliero di Sulmona”. Procedure selettive sono in corso per reperire anche tre medici di radiologia per gli ospedali di Sulmona e Castel Di Sangro (recentemente sono stati convocati i candidati) come pure è stata ridefinita la commissione giudicatrice che dovrà vagliare le offerte pervenute per l’avviso di mobilità esterna regionale e interregionale per il sofferente reparto di oncologia. Oggi scade il contratto alla dottoressa in ferie che, pur assegnata all’Aquila, ha svolto servizio nel locale presidio ospedaliero. Lunedì sarà il giorno della verità. Nel corso dell’anno 2019 la ASL Avezzano-Sulmona-L’Aquila ha proceduto ad assumere in servizio a tempo indeterminato 283 unità di personale, a cui vanno aggiunte ulteriori assunzioni in corso di perfezionamento per 33 unità, che determinano complessivamente un numero di 316 assunzioni a tempo indeterminato. Per Sulmona nella mappa delle carenze svetta il reparto di oncologia, seguito da pronto soccorso ( manca la metà dei medici in pianta organica), pediatria, urologia e ortopedia. La lista insomma non è corta ma dalla Asl stanno cercando di assumere personale anche se con contratti a tempo determinato che, malgrado gli sforzi, risolvono solo nel breve termine le varie criticità.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento