banner
banner

SULMONA – Sistema di videosorveglianza al vaglio degli inquirenti per ricostruire tutte le fasi della lite furibonda tra stranieri, scoppiata l’altra sera nei pressi dell’area monumentale dell’Annunziata. Gli operatori del Commissariato Ps di Sulmona, che stanno indagando sul caso, procederanno nelle prossime ore ad acquisire i filmati delle quattro telecamere installate in quella zona, tutte perfettamente funzionati, al fine di passare al setaccio i singoli passaggi dell’alterco e stabilire se si tratta effettivamente di lite o di una rissa, dal momento che l’episodio avrebbe coinvolto complessivamente quattro persone di cui una finita in ospedale. Si tratta di un 28 enne macedone che nella mattinata di ieri è stato dimesso dai sanitari del locale pronto soccorso, dopo una notte in osservazione. Il giovane ha rimediato un trauma contusivo della testa e del massiccio facciale con deviazione della piramide nasale oltre ad una contusione al ginocchio sinistro. Le lesioni riportate sono state giudicate guaribili con una prognosi di sette giorni. Nei prossimi giorni lo stesso presenterà probabilmente denuncia-querela negli uffici del Commissariato. Nel caso in cui, dall’analisi delle telecamere, l’inchiesta si incentrerà sulla rissa, gli investigatori procederanno a deferire all’autorità giudiziaria tutti i protagonisti. Al momento le versioni rilasciate dai diretti interessati divergono. Secondo i titolari dell’attività, dove si sarebbe consumata la prima parte della lite (probabilmente non coperta dalle telecamere), il giovane avrebbe inveito contro la titolare dopo l’insistente richiesta di un panino fino ad aggredirla fisicamente e a scatenare la reazione del fratello. L’esercente avrebbe inoltre riferito che il cliente non voleva pagare il conto . Ma al momento nessun riscontro è arrivato al riguardo. Stando alla versione del macedone, che ha avuto la peggio vista la diagnosi dei sanitari, la lite sarebbe scoppiata per futili motivi. Entrato per un panino, visto il diniego nell’essere servito, avrebbe minacciato di chiamare la Polizia. A quel punto sarebbe stato raggiunto da un pugno in pieno volto dall’uomo di origine turca. Ricostruzioni, come detto, divergenti nella forma e nella sostanza. Ecco perchè la Polizia si avvarrà delle immagini delle telecamere per fare chiarezza e per spartire le singole responsabile. Se la scena configurerà una rissa, ipotesi al momento non da escludere, tutti e quattro saranno chiamati in causa dalla magistratura. Mentre in caso di lite si procederà per querela di parte.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com