banner
banner

SULMONA – “Una soluzione assolutamente non percorribile. Sono dell’avviso che con il continuo dialogo e interlocuzione con l’azienda si possano individuare soluzioni alternative per scongiurare il trasferimento ancorché temporaneo del servizio”. Lo ha detto il sindaco della città, Gianfranco Di Piero, a margine del sopralluogo svolto questa mattina nell’ospedale di Sulmona per il servizio di endoscopia che la Asl vuole trasferire a Pescina, entro settembre, nelle more dello svolgimento dei lavori di adeguamento e riqualificazione dell’area Bolino. Il sindaco già ieri aveva chiesto un piano b all’azienda, chiedendo di utilizzare i locali dell’ala Bolino non interessati dall’intervento del Pnrr o, in estrema ratio, allocare una struttura mobile nell’area del nosocomio. Intanto sull’argomento la consigliera comunale, Caterina Di Rienzo, sta predisponendo un ordine del giorno che sarà discusso verosimilmente sabato prossimo in Consiglio comunale. “Sono stata sollecitata dai pazienti, preoccupati per tale decisione”- ha detto il medico consigliere. Sul punto non si ravvede al momento un interesse traversale e territoriale della politica. Eppure endoscopia serve il bacino dell’intera area peligno sangrina.

Lascia un commento