banner
banner

SULMONA – E’ stato attivato un protocollo per un operatore sanitario che presta servizio nel pronto soccorso dell’ospedale di Sulmona. L’uomo, residente in un paese del circondario, avrebbe accusato febbre e altri sintomi. Si trova in isolamento domiciliare in attesa del responso. Il caso sospetto tra gli operatori del pronto soccorso, nel caso venisse confermato, potrebbe aprire un fronte delicato nell’emergenza Coronavirus. Come abbiamo spiegato alcuni giorni fa, le unità in servizio al reparto sono le stesse che si occupano del pre-triage dove arrivano i sospetti Covid. Da quanto si è appreso l’operatore in questione sarebbe entrato in contatto con un altro caso sospetto della clinica San Raffaele. Si spera a questo punto che il tampone dia esito negativo ma la vicenda deve servire da stimolo non tanto per una migliore gestione dell’emergenza perché gli operatori stanno facendo i salti mortali ma per una programmazione delle risorse umane più efficace nell’ordinario. Il tampone è stato inviato all’Istituto Zooprilattico di Teramo e il responso è atteso per la giornata di domani. Tutti stanno facendo il tifo per l’operatore che, come del resto i suoi colleghi, è in prima linea per fronteggiare l’emergenza.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento