banner
banner
banner

SULMONA – Ancora un successo della Camerata Musicale Sulmonese. Un bellissimo concerto abbiamo ascoltato domenica scorso al Cinema Teatro Pacifico. Teatro pieno. Gli spettatori sono stati condotti alla comprensione di musica Barocca, genere musicale del 7- .800 un po’ trascurata. Ma si tratta di musica di alto livello scritta da compositori italiani ed europei ed anche alcuni abruzzesi. Il concerto è stato animato dalla presenza di un giovane di talento del nostro territorio, Francesco Mammola al mandolino, originario di Pescocostanzo.
Una formazione cameristica di tutto rispetto l’Ensemble Barocco “Benedetto Marcello”. Il gruppo ha scelto di riscoprire il vasto repertorio strumentale italiano del 700. Vivaldi è al centro dell’interesse. Non a caso la prima parte del concerto è stata dedicata alla musica di Vivaldi. La sua musica innova profondamente quella dell’epoca, essa da più evidenza alla struttura formale e ritmica del concerto cercando ripetutamente contrasti armonici ed inventando temi e melodie inconsuete. Il talento di Vivaldi consiste nel comporre una musica non accademica, ma chiara ed espressiva, tale da poter essere apprezzata dal grande pubblico e non solo da una minoranza di specialisti. Ecco il successo di Vivaldi, ecco il successo della Ensemble Barocco. Ecco la grande soddisfazione e partecipazione del competente pubblico sulmonese che ha sottolineato i vari brani con prolungati, convinti applausi.
Dicevamo che la presenza di Francesco Mammola col suo mandolino ha conferito un valore aggiunto al concerto. Francesco è un vero talento, polistrumentista ma versato particolarmente nell’utilizzo di uno strumento ritenuto, a torto, desueto, il mandolino, ma che invece rappresenta uno strumento atto ad inserirsi non solo nel vasto repertorio della canzone napoletana, ma anche nella musica barocca. Francesco a soli 25 anni, ha alle spalle una straordinaria carriera artistica, ha lasciato il segno in un concorso di caratura internazionale, il Premio Claudio Abbado nell’ambito dell’XI edizione del Premio Nazionale delle Arti finalizzato a valorizzare le eccellenze dell’alta formazione artistica, ha conseguito il primo Premio nel Concorso internazionale Abbado 2015. Il pubblico si è scatenato quando, in risposta alla richiesta di bis, il gruppo ha eseguito mirabilmente il brano “INCANTO” del maestro Mario Giusti valido compositore del nostro territorio il quale dedicò grande impegno alla musica per mandolino.
Gaetano Trigilio

banner

Lascia un commento