banner
banner
banner

Nella lista dei luoghi del cuore stilata dal FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) c’è l’Eremo di San Pietro dal Morrone. L’eremo risale al XIII secolo: dal suo straordinario belvedere la vista domina l’Abbazia di Santo Spirito a Morrone, lo storico campo di prigionia 78 e l’intera Valle Peligna. Il bene rientra nella classifica speciale “Italia sopra i 600 metri”. Segue, yra le bellezze d’Abruzzo, il Castello di Roccascalegna (Chieti) che da uno sperone roccioso domina le colline a sud est della Maiella comprese tra i corsi dei fiumi Sangro e Aventino.

Un altro luogo che emerge dalla classifica abruzzese è il Borgo Universo di Aielli (L’Aquila), “balcone della Marsica” a 1.030 metri sul livello del mare, dove le pareti degli edifici sono diventate tele e i vicoli si sono trasformati in una galleria d’arte. L’idea di trasformare Aielli in un museo a cielo aperto attraverso la street art è nata nel 2017 come progetto di riqualificazione paesaggistica per dare nuova linfa al paese. Il fulcro di Borgo Universo è la Torre delle Stelle (del 1356), l’osservatorio astronomico più alto dell’Italia centrale, che comprende un planetario e un museo.

Poi c’è il Faro di Punta Penna a Vasto (Chieti) che con i suoi 70 metri di altezza, è il secondo faro più alto d’Italia dopo la Lanterna di Genova. Il faro si presenta come una costruzione in muratura a forma di torre. Una scala a chiocciola di 307 scalini conduce alla sommità dove la vista spazia dalle montagne più alte dell’Appennino Abruzzese alla costa da Ortona al Gargano.

Nella provincia dell’Aquila hanno raggiunto i mille voti anche le Grotte e Cascate di Stiffe, complesso di grotte carsiche all’interno del Parco Naturale Regionale Sirente-Velino. Sono accessibili al pubblico dal 1991 e costituiscono oggi uno dei principali siti naturalistici del territorio aquilano, facendo registrare annualmente oltre 40.000 presenze, ed anch’esse rientra nella classifica “Italia sopra i 600 metri”.

banner

Lascia un commento