banner
banner

Sulmona – L’imprenditore Raffaele Disanti è il nuovo presidente provinciale dell’Unpli, l’Unione nazionale delle Pro Loco d’Italia. Succede ad Augusto De Panfilis che assume l’incarico di vice presidente. “Sono molto onorato – ha affermato Disanti – di rappresentare i 5mila iscritti delle circa 80 Pro Loco associate. E’ per me un pregio perché le Pro Loco sono considerate come un vero e proprio braccio operativo dei Comuni in quanto sono associazioni che operano sul territorio per la salvaguardia delle tradizioni e della cultura come ad esempio il rito dei serpari di Cocullo che mira ormai da tempo ad essere riconosciuto patrimonio immateriale dell’Unesco per distinguersi a livello mondiale. Ci sono comunque altri esempi virtuosi in tutta la Provincia. Per me tenere unite le Pro Loco vuol dire garantire più rappresentatività al territorio aiutando anche le amministrazioni comunali che con noi possono completare i cartelloni degli eventi”. Raffaele Disanti entra a far parte inoltre del consiglio regionale dell’Unpli. In quello provinciale insieme a lui ed ai vice presidenti Augusto De Panfilis (Pettorano sul Gizio) ed Oliviero Pacetti (Roccacerro) figurano i coordinatori di bacino Franca Bianchi (Pratola Peligna), Valeria Bernabei (Secinaro), Marco Cetra (Carapelle Calvisio) e Fabrizio Salustri (Capistrello). Consiglieri Vincenzo Angelone (Onna), Maurizio Liberatore (Corfinio), Jessica Sandonato (Prezza) e Giuseppe Celseti (San Vincenzo Valle Roveto). “Io vengo da Sulmona – prosegue – ma nel consiglio provinciale vengono ben rappresentate quasi tutte le Pro Loco dei vari territori”. Il presidente Disanti, tra le prime azioni da compiere, intende ricreare l’albo delle Pro Loco chiedendo al presidente della Provincia dell’Aquila Antonio De Crescentiis la sottoscrizione di un apposito protocollo d’intesa. “La legge 30 del 2004 – commenta Disanti – prevede che le Province debbano stabilire una somma in bilancio per le Pro Loco. Queste procedure negli ultimi anni si sono fermate a causa del terremoto ma ora intendiamo riprenderle insieme all’albo provinciale che necessita di essere aggiornato. Inviterò il presidente De Crescentiis ad un incontro per la firma di un protocollo d’intesa al fine di dare nuova linfa all’albo e per vedere se ci sono le possibilità di mettere in bilancio delle somme da destinare alle Pro Loco, ovviamente dietro la presentazione di progetti”. Raffaele Di Santi ricorda a tal proposito che nel 2014 ci fu un finanziamento di circa 1milione di euro da parte della Regione, con fondi ex Fas, attraverso il bando Pro Loco e Turismo. “Cogliamo l’occasione per sottolineare maggiormente – conclude – l’importanza delle Pro Loco che dovranno essere sempre aiutate e tutelate”. Il neo presidente provinciale dell’Unpli annuncia infine che verranno organizzate delle giornate informative sulla fiscalità e sulle norme igienico-sanitarie da rispettare in particolare nelle sagre.

Domenico Verlingieri

banner

Di Ads

Lascia un commento