banner
banner

SULMONA – I toni della campagna elettorale si accendono, proprio sul finale. Sono i componenti della lista “Allenza per Sulmona”, in appoggio al candidato sindaco Annamaria Casini, a sferrare un attacco al candidato sindaco di Forza Italia. “Non riteniamo corretto che Elisabetta Bianchi strumentalizzi a vantaggio esclusivamente di se stessa la battaglia portata avanti dal comitato pro punto nascita Sulmona, un presidio civico territoriale che non aveva nulla di politico al suo interno, ma era un presidio formato da persone provenienti da esperienze politiche le più diverse, di destra e di sinistra, coalizzate insieme per difendere il proprio territorio e la propria città. Chi oggi sta strumentalizzando la problematica del punto nascita lo fa tradendo lo spirito che avevo portato quelle persone a combattere insieme per un fine comune e non di parte”, sostengono da Alleanza per Sulmona. “Forza Italia oggi dovrebbe pensare a fare chiarezza al suo interno, dato che alcuni dei propri dirigenti locali si stanno adoperando per sostenere candidati schierati in appoggio a un candidato sindaco storicamente di sinistra e sostenuto a spada tratta dalla Sen. Stefania Pezzopane. Appare anche inutile il tentativo maldestro, e anche quasi comico, di presentare agli elettori sulmonesi una sorta di investitura da parte di Silvio Berlusconi attraverso un video in cui un leader, ormai a fine carriera, vuol fare credere di conoscere la candidata sindaco di Forza Italia addirittura dal lontano 1996 sostenendo inoltre di essere riuscito a convincerla a candidarsi “dopo che era andata male la volta scorsa”; chissà cosa ne penserà l’ex consigliere comunale Luigi La Civita che nella scorsa tornata elettorale era in corsa come candidato sindaco”, continuano. “Peccato che le cose non stanno esattamente così visto l’avv. Bianchi è stata anche candidata nelle comunali del 2001 nelle liste a sostegno dell’allora candidato Sindaco Franco La Civita. Elisabetta Bianchi continua a gettare fango sulle coalizioni civiche, ma é doveroso ricordare che proprio Forza Italia é stato il partito che per primo, a un mese dalla presentazione delle liste, aveva annunciato pubblicamente l’intenzione di voler aprire a coalizioni civiche e di volersi presentare senza simbolo di partito. É Forza Italia che ha creato confusione”- chiosano da “Alleanza per Sulmona- “generando fratture pesanti all’interno del centrodestra e spingendo all’abbandono della compagine esponenti che hanno deciso di correre separatamente, confluendo nelle liste di altri candidati sindaco o da soli.”

A.D.A.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com