banner
banner

SULMONA – Otto mila posti di lavoro di cui la metà a tempo indeterminato con i bandi che sono in corso di pubblicazione. Dalla gastronomia alla formazione passando per gli esclusi. Un pacchetto a tutto tondo, che coinvolge diverse categorie produttive, per invertire la tendenza entro la fine dell’anno e dare lavoro a giovani e meno giovani, come pure riassorbire quanti sono stati esclusi dal mercato. La Regione Abruzzo spinge il piede sull’acceleratore sul fronte dell’occupazione e lo fa a fine mandato a pochi mesi dalle elezioni del 10 febbraio. Ma il pacchetto presentato ieri a Sulmona dall’assessore regionale Lorenzo Berardinetti sembra convincere anche le associazioni di categoria, soprattutto la Fiesa e la Confesercenti, rappresentate rispettivamente dal Direttore Regionale Angelo Pellegrino e dall’imprenditore Pietro Leonarduzzi.  Il “pacchetto” può contare in 70 milioni di euro, che andranno a finanziare linee di intervento alle quali attingere nei prossimi giorni. Si stima che l’insieme delle misure contenute dal “Pacchetto lavoro” può generare 8mila nuovi posti di lavoro, di cui la metà a tempo indeterminato. L’Assessore Berardinetti ha garantito che i bandi sono pronti e verranno pubblicati tra la fine di settembre e ottobre.

Andrea D’Aurelio

Ecco tutte le misure:

Intervento “GARANZIA OVER”

Asse I: Occupazione – FSE

Importo rifinanziato: € 4.000.000,00

Con questo avviso la Regione Abruzzo attiva due misure che prevedono assunzioni immediate a tempo indeterminato o assunzioni con precedute da tirocini formativi extracurriculari.

Soggetti interessati – disoccupati che hanno compiuto il 30° anno di età e residenti in uno dei comuni della Regione Abruzzo.

· fino ad un massimo di 6.000,00 EUR per assunzioni di lavoratori tra i 30 e 49 anni;

· fino ad un massimo di 9.000,00 EUR per assunzioni di lavoratrici tra i 30 e 49 anni e lavoratori over 50;

· fino ad un massimo di 12.000,00 EUR per assunzioni di lavoratrici over 50.

Intervento “INCENTIVI ALL’ASSUNZIONE”

Asse I: Occupazione – FSE

Importo: € 4.000.000,00

Incentivi all’assunzione richiesti dalle Aziende localizzate nel territorio della Regione Abruzzo a tempo indeterminato full time o par time per disoccupati e inoccupati. È ammessa anche la trasformazione da tempo determinato a tempo indeterminato.

L’incentivo concesso in regime de minimis varia da 6.000,00 a 12.000,00 di euro in relazione all’età e al genere del lavoratore/e.

L’incentivo è fruibile per 3 anni.

“GARANZIA GIOVANI”

La dotazione finanziaria complessiva della nuova Garanzia ̬ pari a 27.842.855,00 EUR РPAR Abruzzo.

Considerato che le misure 5 e 3 del Programma hanno registrato un maggior successo sia in termini di politiche attivate che di risultati occupazionali raggiunti si decide di riproporle in maniera consistente anche per il nuovo programma

Misura 5 – Tirocini extracurriculare anche in mobilità trasnazionale

Soggetti interessati: Ragazzi iscritti al Programma età 18/29 anni

Durata tirocinio: fino a 6 mesi

Indennità mensile a carico della Regione: € 300,00.

Stanziamento nuova programmazione: €15.000.000,00

Tirocini attivabili: circa 7.000

Misura 3 – Accompagnamento al lavoro

Soggetti interessati: Ragazzi iscritti al Programma età 18/29 anni.

Stanziamento nuova programmazione: € 1.000.000,00.

Misura 2c – Assunzione e Formazione

Soggetti interessati: Ragazzi iscritti al Programma età 18/29 anni.

Stanziamento nuova programmazione: €4.000.000,00.

Formazione a seguito di contratto di assunzione da parte delle aziende dei ragazzi iscritti al programma.

Formazione specifica richiesta dalle aziende.

Misura 2a – Formazione mirata all’inserimento lavorativo

Soggetti interessati: Ragazzi iscritti al Programma età 18/29 anni

Stanziamento nuova programmazione: € 1.900.000,00.

Formazione mirata a fornire le conoscenze e competenze necessarie per facilitare l’inserimento lavorativo sulla base dei fabbisogni delle aziende, in particolare tenendo conto dei fabbisogni formativi delle aziende che hanno beneficiato dei contributi ottenuti con la partecipazione ai Bandi POR FESR.

I corsi vengono erogati dagli Organismi di Formazione accreditati presso la Regione Abruzzo calibrati sui fabbisogni occupazionali delle imprese.

FORMAZIONE

Intervento 13 – Finanziamento offerta formativa

Asse III: Istruzione e Formazione – FSE

Importo: €1.928.000,00.

Interventi formativi che riguardano tutti i settori professionali strettamente collegati alle esigenze di inserimento e reinserimento lavorativo.

Soggetti interessati: disoccupati di lunga durata, cittadini con bassa scolarità e over 50.

All’avviso rispondono gli Organismi di Formazione accreditati.

Intervento “ENOGASTRONOMIA: ALTA FORMAZIONE E INSERIMENTO AL LAVORO”

Importo: € 1.000.000,00.

L’intervento è rivolto a formare professionisti nel settore enogastronomico e a supportarne l’ingresso nel mercato del lavoro. A seguito del percorso formativo, i soggetti coinvolti diventeranno esperti qualificati nella cultura enogastronomica e nella tecnica culinaria abruzzese, sperimentando poi l’inserimento lavorativo attraverso esperienze di tirocinio in strutture di eccellenza.

Soggetti interessati: disoccupati senza limiti di età che abbiano conseguito il diploma presso un istituto con indirizzo alberghiero.

I tirocini della durata di mesi 6 sono rimborsati con un’indennità mensile di 600,00 EUR a tirocinante.

Intervento “VOUCHER PER LAVORATORI AUTONOMI E PROFESSIONISTI”

Importo: € 2.000.000,00.

Soggetti interessati: lavoratori autonomi in possesso di partita IVA, titolari di microimprese, i soci di cooperative o liberi professionisti iscritti ai rispettivi Albi professionali residenti nella Regione Abruzzo.

Obiettivo: l’intervento è programmato per rafforzare le competenze.

È possibile rimborsare i costi di iscrizione per la frequenza di attività formative erogate da Università, pubbliche e private, in Italia o in uno dei Paesi dell’UE.

AUTOIMPRENDITORIA

Intervento n.28 – VocAzione Impresa

Dal 25 maggio al è stato aperto lo sportello per la presentazione delle candidature all’Avviso “VocAzione Impresa”, la misura con cui la Regione Abruzzo finanzierà l’avvio di nuove imprese da parte di soggetti disoccupati over 30.

Importo: € 7.000.000,00.

Fase A: Formazione per la creazione d’Impresa; il numero massimo di destinatari che potevano accedere

all’Intervento nella prima fase di cui all’ Avviso è pari a mille così suddivisi:

1) 700 disoccupati che avvieranno nuova impresa/lavoro autonomo in uno dei comuni delle aree interne e di crisi (di cui alla Tabella A);

2) 300 disoccupati che avvieranno nuova impresa/lavoro autonomo in uno dei comuni non compresi nelle aree interne e di crisi.

Sono state ammesse 802 domande di partecipazione alla Fase A.

Fase B: Creazione d’Impresa.

Asse I: Occupazione -FSE

Intervento n. 33 – CREAZIONE DI IMPRESA 4.0

Importo: € 5.452.257,00.

Soggetti interessati: giovani disoccupati

La Regione promuove interventi finalizzati alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo in attività innovative attraverso percorsi di sostegno (servizi di accompagnamento e incentivi), ivi compreso il trasferimento d’azienda per ricambio generazionale.

Risultati attesi: considerando un contributo medio di 22.000 mila euro potranno nascere circa 250 nuove imprese.

MICROCREDITO FSE

Misura 1: Avviso pubblico per l’erogazione di piccoli prestiti a tasso agevolato Concessione di finanziamento a tasso agevolato del 1% previo avviso pubblico, a imprese finanziate dal Fondo Microcredito FSE per l’attribuzione di risorse finanziarie aggiuntive.

Lo scopo è sostenere impresi esistenti, garantendone la sostenibilità e la crescita.

Importo: € 6.000.000,00 (risorse provenienti dai rientri del Fondo Microcredito FSE PO Abruzzo 2007/2013).

Misura 3: Avviso pubblico “Finanziamento capitale circolante”

Sono soggetti beneficiari le piccole e medie imprese costituite e già attive, con sede legale ed operativa nel territorio della Regione Abruzzo.

Sono ammessi interventi per contrastare la scarsa liquidità (Finanziamento circolante) e la promozione di investimenti produttivi (Investimenti produttivi).

Importo: € 9.000.000,00.

L’importo minimo finanziabile è pari ad € 30.000,00 per tutte e due le linee di intervento fino ad un massimo di 50.000,00 euro.

Una quota pari al 75% a tasso agevolato (0%) e una quota a fondo perduto pari al 25% (dietro garanzia fideiussoria). Obbligo di spesa nella misura del 20% delle spese indicate per spese di assunzione di almeno 1 risorsa umana.

Stima imprese finanziabili: circa 244 se si considera una media di 37.000,00 euro.

Intervento n. 6 – Politiche attive per disoccupati e lavoratori in C.I.G.S

Asse I – Occupazione

L’intervento si attua attraverso la realizzazione di due distinte linee di intervento:

Linea 1) – Lavoratori in C.I.G.S. transizione lavoro – lavoro: sostiene la formazione dei lavoratori in trattamento di integrazione salariale, al fine di prevenirne la definitiva fuoriuscita dal mercato del lavoro ed agevolarne, attraverso un percorso di consolidamento o di aggiornamento delle competenze, la transizione verso una nuova occupazione. (Formazione a favore di soggetti che, alla data di pubblicazione del presente avviso, si trovino in trattamento di integrazione salariale ai sensi del D.Lgs.vo.148/2015).

Linea 2) – Orientamento e tirocini per disoccupati: prevede azioni di orientamento specialistico per disoccupati, in esito al quale il soggetto è inserito in azienda attraverso un percorso di formazione on the job (sul posto di lavoro), con l’obiettivo di consolidarne o riqualificarne le competenze per agevolarne l’occupabilità (le attività di orientamento e i successivi tirocini devono coinvolgere individui privi di occupazione, che abbiano compiuto il 30° anno di età alla data di pubblicazione del presente avviso).

Importo: € 3.950.000,00.

AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE IN ABRUZZO

(Strumenti attivi su tutto il territorio regionale)

1) RESTO AL SUD: agevolazione riservata ai giovani tra i 18 e 35 anni per un importo massimo di 50.000,00 euro di cui una parte a fondo perduto (35%) e una mediante erogazione di un credito (65%) con contributo in conto interessi; la parte a credito agevolato è attivata dagli Istituti bancari convenzionati. Nel caso di progetti imprenditoriali promossi da più persone (che soddisfano il requisito) il limite dei 50.000,00 euro deve essere moltiplicato per il numero di tali soggetti, fino al limite di 200.000,00. E’ escluso il settore commercio e il lavoro autonomo.

2) NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO: sostegno allo start up di micro e piccole imprese a prevalente partecipazione giovanile e/o femminile. I proponenti devono essere costituiti (o costituendi) in forma societaria da non più di 12 mesi, comprese le società cooperative, la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà dei soci e delle rispettive quote di partecipazione, da giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni e/o da donne. I settori ammissibili sono quelli della produzione di beni e della trasformazione dei prodotti agricoli, la fornitura dei servizi alle imprese e alle persone, il commercio di beni e servizi, il turismo e le attività della filiera turistico – culturale, finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività, l’accoglienza e i servizi per l’innovazione sociale. La peculiarità dell’intervento è che si può arrivare ad un limite di investimento ammissibile di € 1.500.000 M.

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com