banner
banner

SULMONA – Da un lato pneumatici abbandonati, cartoni, sacchi neri e dall’altro siringhe e indumenti. La voglia di differenziare è già passata per qualche utente indisciplinato con le discariche abusive che prendono piede in alcune zone della città. E’ il caso dell’area del campo sportivo Mezzetti che sprofonda nel degrado non solo per la folta vegetazione che ormai ha messo le radici ma anche per la montagna di rifiuti che si scorge alle spalle della struttura: carte, bottiglie di birra, pneumatici, sacchi neri abbandonati con rifiuti all’interno e tanto altro materiale. Una lunga distesa di pattume con la valanga di immondizia che si è accumulata nel corso degli anni senza che nessuno si curi di pulire o bonificare. Un’altra mini discarica è quella che è stata scoperta nel pomeriggio dai residenti di viale Europa. Un’arteria stradale che di notte diventa meta per gli automobilisti indisciplinati che, coperti dall’oscurità e senza timore di controlli, si sbarazzano dei rifiuti domestici e non solo. Lì ad esempio sono state rinvenute anche delle siringhe, un particolare che ha allarmato i residenti del quartiere. Ma se gli incivili continuano ad agire indisturbati, fortunatamente ci sono quegli utenti, la stragrande maggioranza stando ai numeri, che vanno avanti per la loro strada e fanno anche per gli altri. Ieri ad esempio a Pratola Peligna sono state rimosse cinque tonnellate di rifiuti grazie all’iniziativa di Legambiente “Puliamo il Mondo” che domani si ripeterà nel polmone verde del centro storico: la Villa Comunale di Sulmona.

Andrea D’Aurelio

banner

Lascia un commento