banner
banner

Non la tradizionale mimosa ma un cuscino a forma di cuore realizzato dall’incontro di due tessuti, uno Made in Italy e l’altro africano (Wax) con l’imbottitura di fibra naturale a base di ortica e mais: è il simbolo scelto dalle imprenditrici agricole di Coldiretti Donne impresa  che, per la festa dell’8 marzo, hanno lanciato la campagna di solidarietà “solodalcuore” in aiuto delle donne dell’Africa insieme ai medici del Cuamm impegnati nella prevenzione e nelle cure sanitarie rivolte alle popolazioni dei paesi in via di sviluppo.

Due le testimonial abruzzesi che hanno sposato l’iniziativa: la scrittrice Donatella Di Pietrantonio, vincitrice del premio Campiello 2017 con L’Arminuta e autrice di Borgo Sud edito da Einaudi nel 2020, e Elena Sico, direttrice del Dipartimento agricoltura della Regione Abruzzo. “Due figure che in modo diverso rappresentano la determinazione, la forza, la cultura femminile della nostra regione – dice Antonella Di Tonno, responsabile Coldiretti Donne Impresa Abruzzo e vice responsabile nazionale Coldiretti Donne Impresa – entrambe hanno condiviso, e per questo le ringraziamo, i principi e i valori di questa grande campagna di solidarietà nazionale che unisce idealmente tante donne in questa giornata simbolica”.

#solodalcuore è l’iniziativa benefica promossa dalle imprenditrici agricole di Coldiretti a favore dei giovani volontari del Cuamm Medici con l’Africa che operano nel Continente africano al fine di sviluppare una cultura sanitaria e preventiva anche formando il personale sul posto e, nell’ambito dell’iniziativa, Donne Impresa Coldiretti ha abbracciato un progetto che prevede la realizzazione di un reparto di maternità a Rumbek in Sud Sudan con annessa una scuola di formazione per neo ostetriche.

“Una rete femminile che percorre tutta l’Italia è collegata oggi ad un simbolo – dice la Di tonno – un cuore morbido della gratitudine, realizzato dalle agrisarte di Sant’Erasmo, isola della laguna nord di Venezia, su idea di Katia Zuanon di Prayers Collection. Grazie alla vendita di questi cuscini stiamo raccogliendo fondi da ogni parte d’italia, ma anche all’estero. Serve ancora uno sforzo per raggiungere gli obiettivi: un ambulatorio attrezzato per assistere madri e piccoli in un periodo molto delicato che è la gravidanza e la crescita in un contesto molto difficile di povertà”.

 

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com